Orgoglioso del mondo Linux

A volte capita di avere qualcosa da raccontare, ma ti accorgi subito che non è così facile da spiegare.

Quante volte avete sentito parlare di Linux, o magari di Ubuntu? Penso parecchie e immagino anche che i commenti sono stati (tra voi e chi ne parlava, giornale o amico che sia): devo cancellare Windows? è facile, basta se sai programmare! ma ci sono problemi con la stampante … Ma ciò che mi rende orgoglioso è quando mi fanno la domanda: ma tu lo usi anche per lavorare?

Il mondo di Linux ha avuto un grosso balzo in avanti in termini di sviluppo dal 2010 in poi, non conosco bene i motivi, ma un esempio che mi ha permesso di capire questo passo è l’introduzione del layout di stampa in QGis (o print composer) nella versione 1.5 Tethys del 2010 (changelog).

2LayoutTables

Anche se rimane il mio riferimento principale, il GIS, il mondo di Linux che ho conosciuto, ha avuto con questi software semplicemente una relazione, che mi ha permesso di entrarci.

Lavorare (o giocare) con Linux, ha come primo vantaggio la disponibilità di avere molti software, che hanno una procedura di installazione molto simile a Windows e a Mac. Ma l’idea di Linux ed in generale dei Free Software è la possibilità di svilupparli liberamente. Questa caratteristica forse non compete, ne a me ne a molti altri, ma essendoci questa regola, permette di avere “tutto ciò che serve”.

Quindi dovrebbe essere finita l’era dei software crackkati e aggiornamenti che non permettono più di usare software vecchi, ma purtroppo non è così. Molti rimarranno legati ai propri sistemi proprietari ed è difficile cambiare idea, ma l’importante è esserne consapevoli.

Io ne ero consapevole e non volevo abbandonare il mio Windows XP, ma un giorno ho deciso di provarci e dopo quasi due anni di tentativi ho effettuato il passaggio… cosa ho trovato?

Con Ubuntu, a cui sono ancora affezionato, mi sono sentito molto spesso amareggiato, per i miei limiti di conoscenza, ma alla fine sono quasi sempre riuscito ad arrivare al mio obiettivo. Questo perché la possibilità di scegliere alternative di software (o metodi) e passare da una soluzione all’altra senza limiti, è qualcosa che all’inizio disorienta, ma quando si capisce la logica, si arriva a capire ciò che mi piace sempre dire:

non ho scelto Linux perché è gratis, ma bensì per la superiorità e potenza.

GULLP a Linux User Group

I miei amici dei LUG (Linux User Group) della mia zona, non sono semplici compagni di chiacchere, sono professionisti nei sistemi, sviluppo e reti, con cui poter imparare e soprattutto applicare e ad ogni incontro si impara qualcosa di nuovo. Oggi creare macchine virtuali, sistemi operativi dedicati con database affidabili, trasportare queste soluzioni nel cloud ed essere così svincolati dal PC che si usa, è un vero e proprio passo avanti.

Entrare nel mondo Linux, non è facile, ma è qualcosa che tutti possono fare. Ciò che posso promettere è correlato alla disponibilità di imparare e mettersi in discussione. Questo perché, da una analisi del mio percorso formativo, ho visto sempre passi avanti e le azioni che mi ricordo di avere visto negativamente e molto difficili, lo erano solo in quel momento.

Oggi affronto queste difficoltà con uno spirito più positivo e mi lascio trasportare dai suggerimenti e consigli che ricevo. A volte sono ancora rigido su alcune risposte che mi vengono date, ma col tempo ho imparato ad applicare il metodo del test e miglioramento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...